L’ultima sigaretta – Erica Donzella


L’ultima sigaretta – Erica Donzella

[Giusto pochi mesi addietro, la nostra collaboratrice Erica Donzella approda alla sua seconda silloge, pubblicata per i tipi di Prova d’Autore. Abbiamo il piacere di ospitare una lirica di Lucky Strike. Poesie in fumo. Per darvi di più di questa “semplice” concessione, inseriamo di seguito un altro inedito dell’autrice.]

 

ERICA

Non sono nata da un grembo ibrido e
sterile.
È per tale riconoscenza di talento uterino
che vorrei
viverne fino a morire.
Al capo chino raccomando il vento e il silenzio,
ai miei errori di confondersi
fino a toccare i miei piedi
sul ciglio del mondo che sogno.

 

***

 

[Ti dico del rumore basso del sangue
Addomesticato
Nella previsione apocalittica di una guerra silenziosa.
Perderei le mani e l’ombra,
L’ombra più dura del passo,
Il passo più svelto della paura.
Davvero credi all’alba,
Ai mille corpi che addentano con fiducia cosmica la luce?
A te che sei me,
Penso contratta nel silenzio,
Ti dico della folgore confusa che osa cadere
Che una strada è tracciata per passarvi al buio,
Mio più vigliacco,
Tuo più di ogni altro bivio illuminato.]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *