I cassonetti – Cateno Tempio


CASSONETTI – Cateno Tempio
 
I fiori non coprono l’acre
pattume.

Fuori
alla festa indifferente degli uccelli
piattume.

Amami, amatemi.

Fiori
d’arancio e confetti,
liquame,
liquame,
lo sciabordare dei cassonetti,
a sorpresa
d’obbligo
in chiesa.

Amami, amatemi.

(Ricordo.
Ho baciato una lacrima
calda, sospesa
sulla tua gota.
Piangevi
tra i primi banchi, i parenti,
a dicembre la chiesa
era pallida e rossa,
tremolante di cera.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *