“L’apatia tattile” – Stefano Greco

“L’apatia tattile” – Stefano Greco

L’apatia tattile
per non sentirli
i liquidi spilli
delle tue lacrime
sulla mia pelle
stracciata dalle rughe
della coscienza.
Gli strappi
dei silenzi
dentro dialoghi familiari
insonorizzati.
Lei,
come vorrei
i lenti strascichi
dei capillari
delle sue dita
sulle vene a solleticarmi
il sangue.
Pudica
nei sorrisi
a scomparsa,
nelle toppe
delle mani
sul nudo vestito del corpo.
Le monete
degli occhi mendico
sulla gola
della strada
che ti vomita
nella dimora della tua vita.
Come idoli fisici ci
decomponiamo
dimenticati.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *