Per fuoco non per tempo – Federica Corpina

Per fuoco non per tempo – Federica Corpina

Federica Corpina per fuoco non per tempo

Una casa editrice coraggiosa, che crede nel valore della poesia e valorizza i giovani. Un libro dal formato raro e allettante. Una giovane poeta di diciannove anni, alla sua prima pubblicazione. Si tratta di una semplice segnalazione, ma dietro Per fuoco non per tempo (Fiorina, Varzi 2017), il libro di poesie inedite di Federica Corpina – come abbiamo già visto – c’è molto di più: un’intera storia, quasi un incantamento della scrittura, che nasce con la vittoria de la Balena di ghiaccio, il premio di poesia per i giovani dedicato al poeta e psicoanalista orlandino Basilio Reale, fino ad arrivare alla pubblicazione di questo prezioso volumetto di poesie all’interno della collana «Isolario», diretta da Maria Grazia Insinga per i tipi di Fiorina.

Non si tratta infatti di un libro ordinario, ma di un leporello, un pregiato volumetto imbastito artigianalmente a soffietto e stampato in numero limitato di copie firmate a matita dall’Editore. Una volta dispiegato, come faceva proprio l’omonimo personaggio del Don Giovanni di Mozart, il libro assume la forma di una fisarmonica di carta, un lungo nastro di versi e disegni.

Disegni, perché in questo percorso Federica non è stata lasciata da sola. A completare visivamente le poesie contenute all’interno del volume sono le opere realizzate dagli studenti del Liceo Artistico “Lucio Piccolo” nell’ambito di un concorso al quale hanno partecipato tutte le scuole secondarie di II grado di Capo d’Orlando, dove nasce il premio di poesia. Le illustrazioni di Salvatore Emanuele, Gabriele Letizia, Greta Piazza, Michaela Pinto, Nina Ricciardi e Antonella Maura Tascone (docenti: Salvatore Barca, Sabrina Busà, Anna Paola Cataldo, Vittorio Perna) – ispirate ai temi della scrittura di Federica – sono state selezionate su un totale di quasi cento disegni dalla giuria della Balena costituita da Marco Bazzini, Giacomo Miracola, Matteo Reale, Domenica Sindoni, Giovanni Spinicchia, Maria Grazia Insinga e presieduta da Emilio Isgrò.

Da parte nostra non possiamo che sperare che il vento continui a soffiare benigno per Federica e per la Fiorina Edizioni, ma troppe parole sono state già spese. Meglio sarà lasciare che siano i versi a prendersi la scena.

 

***

mentre il divino traccia il suo segno
in traiettorie di nuvola e roccia

 

auspicato silenzio nella valle
in sopralluogo turistico di poca natura
tende il timpano
dal becco imprudente
al bianco su piume partorite
all’unigenito uovo

 

il giro di prova del corpo leggero
prima che la coppia rivendichi intimità
sale di quota in battito e muscoli
carne e piumaggio e olio
su cielo su tela su preda
ancora non priva di nido

 

l’aerodinamica umana
aspira sempre alla magia

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *