Recuiem per lo svarione – Ivan D‘Urso

RECUIEM PER LO SVARIONE – Ivan D‘Urso

Tesserò cappi in lista omaggio soltanto per te, te lo giuro

ruberò gelsomini dalle tasche dei buttafuori seduti negli angoli in lacrime

balleremo sotto più lune se necessario

attorniati da farfalle con ali d’imene

per un tremore ad un numero di bpm dolcissimo, te lo prometto.

Saremo come quel Mimo di strada, gesticoleremo le nostre emozioni con gli occhi

in sguardi fugaci.

E ci gireremo intorno come pagliacci senza nulla da gettarsi addosso.

Saremo così bravi ad ignorarci che pagheranno il biglietto per capire che cazzo stiamo facendo.
E se lo capiranno. E se saremo fortunati. Forse ce lo verranno a dire

balla con me come fanno gli zingari

io per te andrò a tempo, promesso.

A costo di slogarmi l’osso sacro della mia asimmetria al vivere.

Ti colpirò e mi farò colpire. Te lo assicuro

per un sorriso triste rom.

Sostituiremo il nostro dolore con denti d’oro.

Ti insegnerò i movimenti del bacino boicottando l’amigdala.

te invece. Prenderai tra le mani

rami intrecciati d’arbusto

imparerai a maneggiare la vanga

ed io ti dirò com’è che si seppellisce un uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *