Sangue – Alessandra Versienti

Sangue – Alessandra Versienti

 

[Pubblichiamo qui due poesie tratte da Sangue (ilMiolibro 2016) di Alessandra Versienti]:

 

Sono venuta fin qui
per pregare
sul tuo corpo santo
umiliato,
sui resti inceneriti
del passato
nel tempio violato
dei ricordi.

E com’è facile
trovare la rima
sul dolore
così vasto e liquido,
caldo come sangue
che m’attraversa
rapido.

C’è un vento
lungo secoli
che gioca con le ossa
e ribalta anche il creato
e noi in mezzo secchi,
costole spezzate
dell’antico costato.

 

***

 

Le braccia sono stanche
di tenere le zolle di testa
per non farle franare,
gli occhi piangono sangue
ma non si abbassano
per pudore o timore.

Sento ogni fibra
ogni muscolo
e si apre una ferita
fino ai piedi,
ai quali trovo chiodi
come scarpe
che non tocchino
con i lembi estremi
della pelle
la melma orrida

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *