Zero d’esistenza : esistenza dello Zer0 – Salvo Vecchio

Zero d’esistenza : esistenza dello Zer0 – Salvo Vecchio

 

[Zer0. Geosynchrous orbit, Algra, Viagrande 2016, di Salvo Vecchio si presenta come un’opera del tutto interessante, e agile, forse, troppo agile. Vi consigliamo la lettura segnalandovene alcune poesie]

 

copertina-vecchio-piatto-bordo76

 

Varicosi

Trasformami in un uovo,
vorrei poter uscire dal guscio,
ci sono delle pareti morbide
che vorrei leccare,
era il tuo oggetto immediato
che desideravo,
impolitico ho steso un lenzuolo caldo
sul battere incessante del profumo
epidermico.

Un urlo, acutissimo,
genofobia,
xenofobia,
sbocconcellare i resti cartacei
degli album da disegno
che mai nessuno ha appastellato come te,
sulle gambe vedevo violacei ritorni di sangue.

 

***

 

Zero

Sdraiati al sole, secchi stecchi,
mi disturbi il sonno
con le parole che sussurri
quando il cielo è rosso
e la terra sembra risucchiarci
agli albori dell’esistenza.

Potrei guardare ancora le cose
senza sentirmi a disagio,
senza sentirmi appena uscito
dall’utero,
o dalla natura primordiale,
sfrecciano, disabituati,
adolescenti in decapottabili,
mentre consumano,
le ore i vecchi davanti alle
trasmissioni del lotto.

Mortale, inutile, pensiero,
ti invoco,
sollevami da questo turbinio
di filosofi del bene,
il giardino è fiorito,
la scopa abbandonata,
i rumori fanno pensare
a quanto credo di me
sia accaduto, un tempo.

 

***

 

Geosynchronous orbit

E adesso cosa faremo,
è adesso che si allineano i pensieri,
siamo poveri davanti alle illusioni,
passo dopo passo,
accelerazioni disperse nel cosmo,
sono morti tutti in quel cielo stellato,
ogni Sapiens legato al suo segno,
corrispondenze ignote.

Sento quel sospiro giungere dal cielo,
azotofissazione, il Big Crunch,
non arriveremo mai ad Itaca,
sorprendenti consumi di massa,
tribolazioni squallide,
sofferenze dell’universo
che muore, espandendosi,
orme lasciate sulla primogenita,
un urlo paradossale,
un silenzio senza soddisfazione.

Occhi…
Luce, soffitto stellare,
Ecosistema,
Petroleum,
Campo di forza, Nucleo Ventrale.
Cosa sono domani oggi non ho saputo conoscere.

Amen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *